Linda - Linguistica per la Didattica e l'Apprendimento
Annotare immagini per imparare a interpretare i messaggi multimodali

Pubblicità progresso tra ieri e oggi

ScenarioStrumentoCaratteristica linguisticaTemaTipologia testualeTempo stimatoDestinatariBES/Difficoltà
Come si legge un'immagineLinda - AnnotazioneMultimodalitàPubblicitàImmagini1h30Triennio SS2🟢

Presentazione dell'attività

Lo scenario

Leggere un’immagine vuol dire cogliere il significato ideativo del linguaggio in generale e del linguaggio visuale. Da un’analisi linguistica multimodale iniziale per comprendere le diverse modalità di comunicazione che vengono utilizzate si giunge ad un’attività di annotazione sull’immagine per affinare la capacità di interpretazione corretta del messaggio.

L'attività

La pubblicità si serve di una comunicazione che non è solo verbale ma anche visiva con immagini statiche o in movimento che contengono elementi legati alla prossemica e allo studio dei gesti. Il docente può scegliere di utilizzare per l’analisi una pubblicità del passato o del presente oppure di mettere a confronto il passato con il presente per un’analisi dell’evoluzione del linguaggio della pubblicità e del valore semantico/polisemico della parola. Imparare a leggere un’immagine significa conoscere la grammatica delle immagini così come conosciamo la grammatica del testo. L’attività prevede l’utilizzo di una scheda/guida per l’analisi e la possibilità di consegnare l’attività anche in versione digitale, utilizzando un’applicazione che permetta di realizzare un’infografica. Inoltre, può essere svolta, per esempio, a completamento di un percorso legato alla cittadinanza attiva o di educazione ai media ed è per questo che può essere facilmente realizzata sia nella scuola secondaria di primo grado che di secondo grado.

I diritti delle immagini utilizzate in questa attività sono attribuiti ai rispettivi autori e sono consultabili a questo link.

Perchè usare Linda - Annotazione? Perchè annotare immagini?

L’analisi dell’immagine attraverso l’annotazione sull’immagine stessa può rappresentare un diverso modo di eseguire l’osservazione e la conseguente descrizione. L’uso di strumenti digitali e la modalità di lavoro diretto sull’immagine rendono l’attività più stimolante e permette agli studenti di consolidare le competenze digitali che la scuola certifica al termine del percorso scolastico.

Obiettivi didattici e abilità linguistiche coinvolte

  • Sviluppare capacità di lettura delle immagini, attraverso anche la presentazione di casi di studio emblematici (copertine, fotografie, cartelloni, locandine, manifesti) e messaggi multimediali.
  • Acquisire strumenti critici utili allo sviluppo della competenza comunicativa.
  • Acquisire competenze relative alle strategie comunicative messe in atto dalla tipografia tradizionale e digitale e dalle campagne pubblicitarie.
  • Utilizzare in modo consapevole tecniche, strumenti e regole della comunicazione visiva per creare messaggi personali e creativi con precisi scopi comunicativi.
  • Utilizzare le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre testi visivi e non di diverse tipologie (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi).
Asse dei linguaggi
  • individuare natura, funzione e principali scopi comunicativi ed espressivi di un testo
  • padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l’interazione comunicativa verbale in vari contesti
  • leggere, comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo
  • comprendere i prodotti della comunicazione audiovisiva
  • elaborare prodotti multimediali (testi, immagini, suoni , ecc.), anche con tecnologie digitali

Hardware e software

Fornire un pc per ciascuno studente o gruppo di studenti con connessione a internet.

Elenco risorse

  • Scheda: domande di ricerca per l'analisi.
  • Esempi di annotazione sulle immagini: pubblicità progresso (uso scheda); Esempio di un compito/consegna completo di rubriche di valutazione realizzato con strumenti digitali.
  • Rubriche di valutazione relative agli esempi inseriti nelle risorse.
  • Scheda di autovalutazione per gli studenti.

Schede didattiche

No tobacco day

Pratica

L'attività si basa sull'utilizzo del nostro software di annotazione LINDA - Annotazione; per qualsiasi dubbio vi invitiamo a consultare la nostra guida dedicata cliccando qui.

  1. Fate richiesta per l'attività tramite il bottone che trovate alla fine di questa pagina e aggiungete al suo interno la vostra classe.
  2. Annotate le immagini singolarmente o in gruppi secondo le categorie proposte. Oltre allo strumento digitale, potete anche servirvi di una tabella da compilare disponibile a questo link e riportata qui in basso: potete condividerla in un cloud o in una classe virtuale (consegnando ad ogni studente il compito). La tabella ci permette di formulare e condividere con gli studenti le domande di ricerca per stimolare l’analisi guidata dell’immagine proposta. Può anche rappresentare un punto di partenza per arricchire la stessa attraverso attività di brainstorming che coinvolgano gli studenti ad analizzare l’immagine dalla loro prospettiva.
  3. Una volta conclusa l'annotazione, potete visionare le annotazioni della vostra classe dalla pagina del vostro progetto cliccando su "Controlla" e poi sul nome del vostro studente o della vostra studentessa
  4. Riflettete insieme sulle annotazioni ispirandovi alle linee guida che vi proponiamo di seguito.
ContenutoLinguaDimensione visuale
Discorso
DiscorsoRelazioni intervisuali
Cosa ti fa venire in mente questa immagine? Quali sono gli elementi che vedi nell’immagine? Ci sono elementi “paratestuali” che non appartengono all’immagine che ti aiutano a capirne il significato?
Opera
Come sono combinati i diversi elementi per creare un’unità dotata di significato?
Grammatica
Periodo

Frase

Predicato
Parola
Scena (quale sequenza di movimento-azione-evento compongono gli oggetti?)
Sotto-scene (l’immagine può essere scomposta in “mini” scene indipendenti?)
Figura (quali oggetti/elementi sono presenti nell’immagine?)
Parte (quali elementi delle figure sono visibili?)
Aspetto

Materialità
Caratteristiche tipografiche/grafologiche e grafica.
Es. Come sono usati i colori? Sono usati materiali diversi per evidenziare aspetti diversi dell’immagine? Come sono usate la prospettiva e l’inquadratura?

Esempio

Ogni anno, il 31 maggio, si celebra il “World No Tobacco Day”, l'appuntamento internazionale contro il tabagismo, per aumentare la consapevolezza dell'impatto negativo del fumo, attivo e passivo, sulla salute di tutti. Dopo l'immagine c'è la tabella che potete chiedere di compilare alla vostra classe, disponibile a questo link. drawing

ContenutoLinguaDimensione visuale
Discorso
DiscorsoRelazioni intervisuali
L’immagine porta subito all’idea del deterioramento, dello sgretolarsi, del consumarsi, del ridurre in polvere, dell’annientamento che potrebbe significare “scomparsa”.
Nell’immagine sono presenti due elementi dominanti: i polmoni e il fumo delle sigarette. Entrambi proposti nella fase già avanzata del deterioramento.
La scelta del barattolo, chiuso ermeticamente, può rappresentare la scelta di chi non intende smettere, che si intrappola da solo, in un vortice senza via d’uscita.
L’immagine presenta tanti elementi ricchi di significato e ciascuno sembra aver un ruolo: il barattolo rappresenta la trappola, i polmoni consumati mostrano che si va verso la fine e il fumo, che offusca tutto, annerisce, porta all’oscurità. Anche le parole scritte hanno il loro valore: invitano alla riflessione.
Grammatica
Periodo

Frase

Predicato

Parola
ScenaGli oggetti, il barattolo e il suo contenuto.
Sotto-scena Ciò che resta di una sigaretta, di tante sigarette e la loro conseguenza.
FiguraUn barattolo con il coperchio ben chiuso.I polmoni consumati dal fumo.Il fumo delle sigarette.Le cicche di sigarette.
Parte Invito a scegliere la salute.
Aspetto

Materialità
Caratteristiche tipografiche/grafologiche e grafica.
Colori forti, scuri per far presagire il peggio.
Il nero da associare al funereo (morte).
Il rosso scuro con chiazze fortemente nere dei polmoni, per mostrare il decadimento dell’organo.
L’azzurro “Scegli la salute” che si contrappone al nero del “No Tabacco”.
Inquadratura frontale, con la visione del riflesso, per rendere l’immagine ancora più forte, capace di colpire subito l’occhio.

Restituzione/riflessione guidata

Come pensi di comunicare l’idea di una vita sana che faccia bene alle persone e al pianeta? Come far capire che il fumo fa male e che ancora oggi la percentuale dei fumatori risulta troppo alta soprattutto tra le donne? E vogliamo parlare della plastica? Ormai siamo così schiavi di questo materiale che non riusciamo a farne a meno. Ma le immagini, quelle forti, quelle dove anche semplici parole, inserite nel contesto, possono fare la differenza, secondo te aiutano? L’analisi, l’interpretazione e l’annotazione sono, dunque, solo il punto di partenza della nostra riflessione.

Rubric di valutazione

In questo link trovi una tabella dettagliata per valutare l'attività.

Vuoi fare l'attività? Clicca qui per richiederla!